Che profumo ha la felicità

Il profumo… cos’altro è, se non una porta d’accesso a ricordi e sentimenti? Basta chiudere gli occhi ed è facile ricordare il profumo di fiori di nostra madre, o di latte dei nostri figli, di sandalo e vetiver della prima persona che abbiamo baciato, o di menta del cocktail che amiamo, o di caffè che sa di primo mattino… E poi arriva “quel” profumo, quello che annuncia che anche quest’anno è arrivato “quel” momento dell’anno, quello che unisce adulti e bambini in una comune meraviglia e desiderio di stare insieme: è il profumo del Natale!

Un insieme di odori speziati che avvolge tutto in maniera subliminale, senza che ce ne rendiamo davvero conto a livello conscio, eppure scatena una serie di reazioni assai potenti.

Di cosa profuma il vostro Natale? Quali sono gli odori che vi riportano indietro negli anni, alle mattine di Natale, quando spalancavate gli occhi con l’entusiasmo di chi sa che l’attende un giorno magico, il più magico e incredibile di tutto l’anno?

Per me, il Natale profuma per prima cosa di cannella: thè arancia e cannella, biscotti alla cannella appena sfornati, bastoncini di cannella usati come decorazione o aggiunti al pot-pourri, la cannella sta bene su tutto!

E poi, ovviamente, il Natale profuma di mandarino, le bucce con i preziosi oli essenziali che si mettono sui termosifoni o si gettano nei camini…

E come dimenticare il vin brulè, con l’aroma dei chiodi di garofano e dell’anice stellato, o il profumo di zenzero e miele, di tisane o thè bollenti sorseggiati la sera, con la tazza calda che ti scalda le mani, la copertina di plaid e le lucine dell’albero di Natale accese!

Io il mio Natale l’ho già cominciato, e voi?